COVID 19 E POST-COVID 19

Sistema, Selezione Naturale, Pavoneggiamento

Pensiamo al mondo come un immenso sistema, costituito da sistemi, a loro volta integrati con altri sistemi.

Ogni sistema, per sua natura, si regge grazie a un delicato equilibrio fra i suoi elementi e ha la capacità di compensare eventi perturbanti, ristabilendo così il suo assetto. Ma quando la turbolenza supera il limite, la compensazione non è più possibile: il sistema implode e cede alle forze distruttive esterne. È quello che è accaduto in questo inizio 2020. I campanelli di allarme riecheggiati ripetutamente a più livelli non avevano avuto seguito: sembrava impossibile fermare tanti meccanismi distruttivi. Così il mondo, sistema di sistemi, è collassato. E tutto si è fermato, lasciando pesanti tracce nel suo percorso.

Tutta la storia dell’umanità è contrassegnata da eventi legati alla selezione naturale. Dalle osservazioni sui fringuelli di Darwin, sappiamo bene come la diversità sia la valvola di sicurezza per garantire la sopravvivenza della specie. Chi aveva una presenza trascurabile, in risposta a cambiamenti del contesto può risultare favorito.

Questi ultimi mesi sono stati un fuoco pirotecnico di cambiamenti. L’artefice di questo subbuglio è Covid 19, un esserino invisibile a occhio nudo, pronto a saltare da una persona a un’altra e a circolare libero per colonizzare tutti gli spazi. Domanda: questi cambiamenti agiranno da agenti della selezione naturale? Inesorabilmente, sì. Significa che ci sarà un cambio di protagonisti in diversi scenari: chi appariva favorito nel precedente assetto potrebbe trovarsi inadatto e quindi soccombere, e chi era messo da parte potrebbe risalire la china e sovrastare gli altri.

La selezione naturale agisce per fare emergere il migliore in nome della specie, anche a discapito del singolo. Domanda: nel post-Covid chi risulterà premiato?

Pensiamo alla infodemia - epidemia di informazioni - da cui abbiamo dovuto imparare a difenderci. Mi piace sperare che la selezione farà pulizia del pavoneggiamenti che imperano in tutti i settori: politico, scientifico, accademico, culturale, sociale, economico, etc. Un carnevale di sciocchi protagonismi, scelleratezze senza fondamento, esibizioni di sé, ostentazioni di meriti infondati. La finalità, piuttosto che informare, è stata la ricerca dell’ammirazione o l’esibizione di un compiacimento di sé al di là della soglia reale.

La coda del pavone ha un preciso significato nel corteggiamento: non è mera estetica fine a sé stessa, ma piuttosto strumento per attrarre l’altro sesso per dare una progenie affidabile. Tutt’altro rispetto allo scenario al quale stiamo assistendo.

Confidiamo in un post-Covid in cui emergano la professionalità e il senso di responsabilità.

Per riproduzioni anche parziali effettuate per finalità di carattere professionale, economico o commerciale e comunque per uso diverso da quello personale, contattare Erika Leonardi.

Per contattarmi

* Dati obbligatori

Nome*:

Cognome*:

Città*:

Telefono*:

E-mail*:

Motivo:

Richiesta:

Autorizzo il trattamento dei dati forniti al solo scopo di essere ricontattato