Facebook
YouTube
Linkedin

SOSPESO e DIFFUSO: iniziative che ci fanno ben sperare

In generale, le parole esprimono anche stili di vita e di relazioni. Questi due termini hanno caratterizzato le festività.

“Sospeso” ha origine dalla tradizione del caffè a Napoli: è un dono verso uno sconosciuto. Sotto Natale ha riguardato anche altro: il panettone sospeso donato mediante una pasticceria!

“Diffuso” riguarda una struttura che non ha confini fisici; ad esempio: un albergo si sviluppa in più stabili che hanno un’unica gestione. Quest’anno c’è stata “Prima della Scala Diffusa”, che ha permesso la fruizione della prima a un vasto pubblico in forma gratuita.

Cosa c’è in comune in queste due formule? L’apertura verso un prossimo ignoto, senza confini. In questo modo viene data una possibilità anche a chi è meno fortunato, e si amplia un tema culturale verso una moltitudine di persone.

Sono bei segnali soprattutto perché spontanei: testimoniano un giro di boa del modo di relazionarsi con gli altri.

In entrambi c’è il piacere di condividere anche con chi non conosci.

Clicca qui per la Prima della Scala diffusa.

Clicca qui per il Panettone sospeso.

Per riproduzioni anche parziali effettuate per finalità di carattere professionale, economico o commerciale e comunque per uso diverso da quello personale, contattare Erika Leonardi.

Per contattarmi

* Dato richiesto