Facebook
YouTube
Linkedin

Lavorare in gruppo: l’integrazione delle competenze

Conoscere la propria identità è un viaggio lungo e, a volte, faticoso. Sarebbe bello potersi rivedere in un film: sarebbe fonte di tante sorprese! Scopriremmo che viviamo tanti ruoli, non solo diversi ma anche appartenenti ad aree molto distanti.

È il tema della relazione che presento al 30° Convegno Nazionale Responsabili Amministrativi delle Università, a Palermo. Impegno valido per tutte le realtà produttive, condividerlo in ambito universitario acquisisce una valenza in più. Oggi più che in passato c’è l’esigenza pressante di coniugare conoscenze diverse verso un unico obiettivo; è un impegno non semplice che ripaga e salva da rischi di insuccesso e da sprechi.

Sarà molto interessante confrontarmi con i Responsabili Amministrativi, che vivono già nel quotidiano la delicatezza e la complessità nel guidare verso un fattore comune figure che operano in aree differenti.

Proporrò accorgimenti affinché una pluralità di persone diventi un gruppo produttivo il cui punto di forza origina dalle diversità. A fare da collante è la comunicazione. Interviene in varie forme. La prioritaria è quella finalizzata a mettere a fuoco i contributi di ogni soggetto, affinché venga prodotto qualcosa cui nessuno di loro singolarmente potrebbe provvedere da solo. Vale la pena approfondire questo argomento per non cadere nelle insidiose trappole della comunicazione.

Racconterò ZoomUp, un metodo applicato con successo da anni anche nelle Università: dare rilievo e raccontare le dinamiche fra i soggetti del gruppo di lavoro con il diagramma di flusso interfunzionale. Le persone diventano così protagoniste del racconto e consapevoli del proprio contributo al successo del lavoro di gruppo.

Scarica la locandina

Per riproduzioni anche parziali effettuate per finalità di carattere professionale, economico o commerciale e comunque per uso diverso da quello personale, contattare Erika Leonardi.

Per contattarmi

* Dato richiesto