Facebook
YouTube
Linkedin

Perché la musica jazz è fonte di insegnamenti?

Semplice: mostra come darsi regole, e poi infrangerle con senso di responsabilità.

Quando assistiamo ad un concerto jazz, viene spontaneo domandarsi come la band riesca a produrre una performance coinvolgente ed equilibrata, pur non rispettando del tutto un copione. Gli assoli non sono provati: vengono fuori in modo spontaneo, con modalità originali, eppure sono armonizzati.

Il segreto del jazz nasce dalla coesistenza di apparenti opposti. Racconto, nel libro e negli spettacoli, che ci sono straordinarie affinità con l'organizzazione di un'impresa: regole e flessibilità, spirito di squadra e responsabilità individuale, competenza e innovazione. Nella quotidianità aziendale, come una jazz band, alterniamo gruppo e individuo, regole e caos, competenza e innovazione. Scorrendo il libro, scopriamo pagina dopo pagina che in azienda, come nella musica jazz, il risultato si ottiene quando c'è un obiettivo comune e si parte da una base condivisa, nella quale ognuno può inserire elementi personali. Sono le improvvisazioni. Attenzione: nel jazz non è affidarsi "a caso", piuttosto è espressione della più alta sintesi tra competenza ed estemporaneità, capacità e originalità, rispetto della regola e assunzione di rischio.

Ma c'è altro nel libro: il parallelo vale anche nella vita privata. Osservare i comportamenti dei musicisti permette di coniugare diritti e doveri, sentire la responsabilità individuale all'interno di un gruppo, condividere il senso del tempo, coltivare la capacità di ascolto per comunicare al meglio. In altre parole: come riuscire a essere non solo vivi, ma anche vitali.

Non sono convincente? Leggere per credere!

Impresa & Jazz

Per riproduzioni anche parziali effettuate per finalità di carattere professionale, economico o commerciale e comunque per uso diverso da quello personale, contattare Erika Leonardi.

Per contattarmi

* Dato richiesto